PER MIGLIORARE I GUADAGNI CONVIENE DI PIU’ AGIRE SUI COSTI O INTERVENIRE SUI RICAVI? NE PARLIAMO IN QUESTO ULTIMO ARTICOLO

Conviene di più puntare all’incremento  degli utili agendo sui costi, magari lasciando invariati i ricavi? La risposta è si ed a prima vista sono certo ti sembrerà banale (ma non lo è affatto). Come tutti sanno esistono solo due “leve” che permettono di aumentare i profitti: l’aumento del fatturato o la riduzione dei costi.

Escludiamo a priori l’aumento del fatturato in quanto in mercati (anche locali) in un’ipotesi normale e con una concorrenza sempre più pressante, diventa difficile se non addirittura impossibile immaginare di poter incrementare le vendite. 

Questo concetto vale in tutti quei settori ove vige la libera concorrenza e, a meno che il tuo prodotto (o servizio) non sia un brand affermatissimo, credo che questa regola ahimè valga pure per te. 

 

N:B ottieni maggiori dettagli su come ottimizzare i costi cliccando sotto

 

 

I motivi possono essere riassunti in pochi, fondamentali passaggi: 

 

1) elevata concorrenza; 

2) minore capacità di spesa dei clienti; 

3) elevato livello di aspettativa della clientela;

4) difficoltà nel riscuotere i crediti. 

 

queste condizioni, già di per sè, ti lasciano intendere come la strada legata all’incremento dei fatturati risulti davvero ardua e credo sia superfluo, in un periodo di crisi come quello che stiamo vivendo, aggiungere qualsiasi altra spiegazione.

Con quest’articolo voglio invece illustrarti in maniera semplice perchè è più proficuo concentrarsi sull’ottimizzazione dei costi.

Arrivo al dunque e con un semplice esempio numerico ti dimostro ciò che ti ho appena detto:)

 

Immaginiamo una piccola attività che ha ricavi per 100.000 € e costi per 80.000 €. Il suo conto economico sarà: 

 

Ricavi 100.000 € – 

costi     80.000 € (pari all’80% dei ricavi)

________ 

utile     20.000 € 

 

ciò significa anche che i costi incidono per l’80% sui ricavi. Immaginiamo di incrementare i ricavi del 10%, passando quindi da 100.000 € a 110.000 €, avremo: 

 

Ricavi 110.000 € – 

costi    88.000 € (pari all’80% dei ricavi)

 ________ 

utile    22.000 € 

 

per ottenere un incremento di utile di 2.000 € abbiamo dovuto aumentare le vendite di 10.000 € (pari appunto al 10%). Anche i costi chiaramente aumentano; non si può pensare di aumentare il fatturato di 10.000 euro e non spenderne 8.000  per acquistare la materia prima che serve appunto a creare i prodotti da destinare alla vendita!

Ora riprendiamo l’esempio daccapo e ipotizziamo di intervenire solo sui costi, ottimizzandoli sempre nell’ordine del 10%.

Avremo: 

 

ricavi 100.000 € – 

costi     72.000 € (ridotti del 10%)

 ________ 

utile    28.000 € 

 

abbiamo quindi ottenuto un incremento di utile di 8.000 €, cioè quattro volte più grande di un’azione volta all’aumento dei ricavi (che vedeva un incremento di utile solo di 2.000 €)!!! 

Allora, sei ancora del parere che bisogna affannarsi e puntare il tutto per tutto sull’incremento dei ricavi? Non è forse più intelligente, proficuo (e semplice) agire sui costi? Tutto ciò può sembrarti scontato ma non lo è affatto! In dettaglio non ti sto dicendo di ridurre i costi in maniera indiscriminata (tagliando qua e là senza coerenza), ma ti suggerisco di agire in modo semplice ed intelligente.

Recuperare il 10% sui costi senza tagli lineari per ovvi motivi non è semplice, ma ci sono tecniche che agiscono sui margini e che permettono questo ed altri recuperi, senza apportare alcun licenziamento. Basta poi aggiungere una corretta politica di pricing ed il gioco è fatto! (Nei prossimi articoli ti svelerò alcuni trucchetti per capire come calcolare l’andamento della tua attività, in modo semplice ovviamente;))

Questi sono proprio gli aspetti che tratto nel nuovissimo progetto bussolastar dedicato ai piccoli imprenditori e ditte individuali. Preleva il materiale gratuitamente e scarica il nostro software!

 

Entry with Audio

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget dolor. Aenean massa. Cum sociis natoque penatibus et magnis dis parturient montes, nascetur ridiculus mus. Donec quam felis, ultricies nec, pellentesque eu, pretium quis, sem.

Nulla consequat massa quis enim. Donec pede justo, fringilla vel, aliquet nec, vulputate eget, arcu. In enim justo, rhoncus ut, imperdiet a, venenatis vitae, justo. Nullam dictum felis eu pede mollis pretium. Integer.

  • Donec posuere vulputate arcu.
  • Phasellus accumsan cursus velit.
  • Vestibulum ante ipsum primis in faucibus orci luctus et ultrices posuere cubilia Curae;
  • Sed aliquam, nisi quis porttitor congue

Continua a leggere

A small gallery

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetuer adipiscing elit. Aenean commodo ligula eget dolor. Aenean massa. Cum sociis natoque penatibus et magnis dis parturient montes, nascetur ridiculus mus. Donec quam felis, ultricies nec, pellentesque eu, pretium quis, sem.

  • Nulla consequat massa quis enim.
  • Donec pede justo, fringilla vel, aliquet nec, vulputate eget, arcu.
  • In enim justo, rhoncus ut, imperdiet a, venenatis vitae, justo.
  • Nullam dictum felis eu pede mollis pretium. Integer tincidunt. Cras dapibus. Vivamus elementum semper nisi.

Aenean vulputate eleifend tellus. Aenean leo ligula, porttitor eu, consequat vitae, eleifend ac, enim.

Continua a leggere